Good Easter e “La cucina italiana”…

Dopo aver trascorso la serata di ieri a preparare pancakes salati con ripieno di fave e salame e un dolce complicatissimo, con tre cotture e tre strati di farciture, sono pronta per affrontare la domenica di Pasqua con la family e a stancarmi tantissimo… sarei ancora a dormire se non fosse che mia piccola si sveglia tipo cercatore d’acqua rabdomante (alle 5, alle 7 e alle 8.30) in cerca della teta, come ha detto per la prima volta ieri sera tutta soddisfatta!

Naturalmente avevo in mente di preparare altre mille leccornie, ma il tempo da quando c’è Giulia scarseggia anzi non ne trovo proprio, così per sfogare la mia passione culinaria mi ritrovo a cucinare fino a mezzanotte!

E pensare che fiduciosa l’anno scorso avevo rinnovato l’abbonamento a “La Cucina Italiana” (rivista imprenscindibile per gli amanti della buona tavola) il problema è che ora mi ritrovo montagne di riviste da cui, come facevo un tempo, accingevo trucchi del mestiere di cucinare e sopratutto gratificavo il mio ego e il palato mio e dei miei ospiti preparando cose buonissime, solo che ora se riesco a fare 3 ricette al mese è già tanto! Per cui a malincuore non rinnoverò l’abbonamento, (ma mi limiterò ad acquistarne qualche numero nelle occasioni speciali!. E’ vero esiste internet, ma provate voi a seguire una ricetta quando non puoi mettere il computer sul lavello della cucina, come faccio con la rivista, inoltre poi devi trovare il tempo di cercare le ricette e stamparle se non vuoi confondere ricette e ingredienti!

Insomma l’unica soluzione alla mia mancata opera culinaria che preveda la preparazione di piatti meravigliosi è iniziare fin da ora ad addestrare la mia piccola a compiere piccoli lavori di bassa manovalanza tipo pulire e mettere in ordine mentre lo chef è all’opera, ok va bene a 16 mesi al massimo può spostare le briciole del biscotto con la mano, peraltro facendole finire sotto il tappetone. Però l’altro giorno con grande impegno cercava di imitarmi mettendo i coperchi alle sue pentoline mentre io cucinavo, solo che all’ennesimo tintinnio ripetuto 157 volte ho tirato fuori un bel surgelato (tipo paella ricca e linguine allo scoglio) e portato fuori la baby chef per una lungaaa passeggiata al parco!!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in post. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...